“I VIAGGI DEL PERINEO” – CROCIERA

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

 

Mappa della crociera

Mappa della crociera

L’AGENZIA

“AD MENTULAM CANIS”

PRESENTA CON CORDOGLIO ORGOGLIO:

CROCIERA NEL MEDITERRANEO

Siete tutti invitati a partecipare alla nostra meravigliosa crociera di 10 giorni – e altrettante notti – nel Mediterraneo, a  bordo della nostra nave “Ripresina”, grande come un cargo, che vi accompagnerà con tutti i confort in una vacanza indimenticabile.

Le cabine sono tutte dotate di oblò, alcuni danno sul mare, altri all’interno della cabina vicina, per una simpatica condivisione. Il costo della crociera è di 500 € a persona – o lamentatevi – tanto poi con gli extra e cazzatelle varie vi ripuliamo bene bene. (per il tipografo: questa non stamparla, mi raccomando).

Ed ora andiamo a presentarvi il prestigioso programmino:

Giorno 1:

Partenza ore 6:00 dal porto di Livorno, dal molo delle navi cargo. Riconoscerete la nave perché batte bandiera delle Cayman (per renderla più esotica, non per biechi motivi fiscali, che andate a pensare?).

Circumnavigazione della Gorgona, perché il capitano Pàttino (vediamo chi la capisce, ndr) deve assolutamente fare l’inchino a un suo stretto parente detenuto abitante dell’isola.

Durante la navigazione si terrà un’esercitazione di sicurezza con spiegazione delle procedure d’emergenza. Esonerati quelli che hanno visto almeno due volte il film “Titanic”. Tastata di coglioni collettiva e ritorno agli svaghi con simpatica gara di mal di mare. Sacchetti 5€ l’uno.

Alle 20:00 previsto l’arrivo a Tor Vajanica (RM), sempre che ci sia il porto, e visita guidata notturna alle spiagge con divieto di balneazione. Chi lo desidera potrà scattare un selfie con i docili colibatteri fecali che popolano le cristalline acque della zona.

Giorno 2:   

Arrivo a Castellammare di Stabia con visita guidata a Pompei, prima che crolli del tutto, con colletta per pagare la guida abusiva e spaventosamente ignorante. Chi lo vuole gitarella nella terra dei fuochi, con simpatici souvenir che troverete nella TAC nel giro di pochi mesi.

Giorno 3:

Passaggio nello Stretto di Messina, con constatazione di quale immane cazzata sia solo pensare di realizzarvi un ponte. Giochino al ponte – appunto – superiore: il primo che azzeccherà dove è Scilla e dove Cariddi vincerà un cocktail. Per gli altri partecipanti 15 € cadauno OBBLIGATORIO.

Arrivo a Lampedusa scortati dalla Marina che ci scambia inspiegabilmente per una carretta del mare. Visita libera dell’isola dopo gli accertamenti sanitari. Fuga partenza alle ore 01:00 per la prossima tappa.

Giorno 4:

Tripoli. Giro veloce della città per assicurarsi che la democrazia portata dall’intervento NATO regni sovrana. Ripartenza con forti dubbi e colpi di mitraglietta.

Giorno 5:

Navigazione. Animazione a cura dell’agenzia “Sfruttati&Sottopagati” con simpatici tornei di rava (o randazzo, se preferite). Chi non sa giocare gli si insegna, è facile. La sera, spettacolo del Mago Renzie, con i suoi famosi illusionismi: la sparizione delle carte (di credito), la proiezione del PIN, il gas venuto dal nulla (dice).

Giorno 6:

Arrivo a Tel Aviv. Visita guidata a Gerusalemme, dove potrete inserire nelle fessure del Muro del Pianto le Vs ingiunzioni di pagamento da parte di Equitalia. Tour della striscia di Gaza, con le macerie fresche fresche dei palazzi più pericolosi per Israele (scuole, rifugi, ospedali). Ripartenza con qualche problema perché gli israeliani, visto che nella Bibbia si parla dell’arca, che è una nave, sostengono che la “Ripresina” sia di loro proprietà. Scambio di improperi e accuse di antisemitismo, vinto dal Capitano Pàttino con la frase “E allora le foibe?”.

Giorno 7:

Navigazione. Menù speciale del cuoco italo-giapponese Hiroshi Da Fondo, con ogni tipo di pesce crudo a tocchetti fatto carino, ché tanto il sushi è quello, inutile girarci intorno. Implorazione collettiva al capocuoco di bordo, Peppe “amecarlocraccomipelalepatate” Perepé, che alla fine cede e prepara spaghettini aglio, olio e peperoncino per tutti.

Giorno 8:

Arrivo a Palermo. Gita della città, attenti a non toccare le banane. Per chi volesse rimanere a bordo, corso di figure oscene con i tovaglioli di stoffa a cura della Prof.ssa Jennifer Macarte  oppure corso di dialetto molisano di primo livello con il Prof. Carmelo Ciucci. Poi non dite che non si pensa alla cultura.

Giorno 9:

Arrivo a Genova. Gita della città, attenti a non toccare gli estintori. Visita all’acquario con spettacolo del mago Adinolfus che ingoia le foche vive (ma con un goccio di limone).

Giorno 10:

Rientro a Livorno. Per scendere dalla nave occorre mettervi in coda con la Vs carta di credito e consegnarla alla Dott.ssa Barbara Giro dell’Ufficio Pagamenti&estorsioni, che provvederà a scalarvi le ingenti somme che avrete speso senza accorgervene, grazie alla Ns esperienza nel settore (quale settore? Ne parliamo a parte). Chi non dovesse avere fondi sufficienti sul conto corrente verrà trattenuto nella cambusa a pelare le patate 18 ore al giorno (le altre 6 a pulire l’insalata) per le prossime 3 crociere.

Per info e prenotazioni vai sul sito www.perineoviaggi.it/addei-cheveng/onolitroviamo/sempre.

Manuel Cerfeda

Iscriviti alla mia Newsletter per non perderti un articolo
Inserisci la tua migliore EMAIL e subito dopo riceverai come regalo l'anteprima de "Autopsie ipocaloriche"

Lascia un commento da Facebook

Leave A Response

* Denotes Required Field